LIBRI | Il mio primo dizionario degli anni ’80
Libri

LIBRI | Il mio primo dizionario degli anni ’80

Per me che sono nato nel 1987, gli anni Ottanta non sono altro che la ripetizione ipnotica e delirante delle repliche di cartoni animati, serie televisive e film che i canali televisivi mi hanno propinato in un ventennio di teledipendenza. In pratica gli anni Ottanta rappresentano una buona parte di quello che sono e quasi sempre un riferimento … Continua a leggere

LIBRI | Da “Il Re Giallo” a “True Detective”
Libri

LIBRI | Da “Il Re Giallo” a “True Detective”

Nel commentare la prima stagione di “True Detective” mi ero perso dietro l’idea che alcune suggestioni narrative della serie provenissero in larga parte dal lavoro di H.P. Lovecraft e dalle sue idee sulla narrativa fantastica. L’intuizione non era delle più originali e infatti nelle settimane successive gente che ne sa più di me ha collegato la serie … Continua a leggere

LIBRI | “Orange is the New Black” di Piper Kerman
Libri

LIBRI | “Orange is the New Black” di Piper Kerman

La storia dovreste conoscerla già: Piper Kerman, facente parte della categoria Bianca Anglo-Sassone Protestante (ovvero WASP, come dicono laggiù in America) si innamora di una ragazza specializzata nel trasporto di stupefacenti per conto di un grosso spacciatore. Piper sa e non sa e quindi si fa la bella vita finché sei anni dopo – a relazione … Continua a leggere

LIBRI | Raccontare una (Tele) Rivoluzione
Libri

LIBRI | Raccontare una (Tele) Rivoluzione

Raccontare una rivoluzione è sempre impresa ardua anche nel caso in cui ci si prenda la briga di raccontare la storia di un cambiamento televisivo e non politico, sebbene mi sia difficile capire quale delle due narrazioni possa essere la più complessa e articolata da esporre. Stando alle quasi cinquecento pagine di “Telerivoluzione” (BUR, 2014) e alla mole di informazioni in essa … Continua a leggere

LIBRI | “The Returned” di Jason Mott
Libri

LIBRI | “The Returned” di Jason Mott

Sono affascinato da chi è preciso, da chi lavora sui dettagli anche quando nessuno li noterà, forse perché sono geneticamente sbadato e disattento. Sono affetto da un tipo di imprecisione buffa che si prende gioco del mio cervello mostrandomi una parte interessante di qualcosa e omettendo invece quell’unico particolare che potrebbe farmi cambiare radicalmente la … Continua a leggere